mercoledì 31 marzo 2010

(Simil) croissant rustici ...lievito parte 2

L'idea di fare dei cornettini rustici per la colazione di Pasqua ce l'avevo da un po' ma non sapevo bene come fare... Avendo domenica impastato in dosi massicce, ho pensato, con la parte rimanente della pasta per il pane, di provare a stenderla e arrotolarla a mo' di croissant...Diciamo che il risultato non è proprio come questo ma complessivamente, direi che potrei farli davvero per la colazione di Pasqua...


Per prepararli ho semplicemente steso la pasta per il pane in uno strato di circa 0,5 cm, ho poi tagliato dei triangoli, ho messo al centro una fetta di salame piccante e un pezzetto di pecorino (tanto per rimanere leggeri!) e li ho arrotolati partendo dalla base del triangolo.
Ho poi lasciato i cornettini a lievitare per un'oretta e li ho infornati (a forno freddo) a 180 °C per 15 minuti.
:))

martedì 30 marzo 2010

Pizza foggiana (lievito parte 1)

Metti un sabato pomeriggio con il tuo fidanzato inchiodato davanti alla televisione a vedere (ma dai?!) la partita...
Vai in cucina e ti cade l'occhio sul lievito, che se non ti sbrighi a usarlo ti va a male...breve verifica degli ingredienti base e si parte: lievitino! Quello che ne sarà poi di lui è un problema che affronterò domani!


Per il lievitino:
20 gr di lievito di birra
200 cl di acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero
farina manitoba q.b.

Far sciogliere il lievito nell'acqua, aggiungere lo zucchero e far riposare 10 minuti.
Versare in una terrina e aggiungere poco per volta la farina e impastare. Il composto deve risultare morbido, quasi liquido.
Lasciare riposare almeno qualche ora in un luogo tiepido.
Insomma, il mio lievitino ha aspettato tutta la notte, domenica mattina l'ho diviso in 2: una parte per le preparazioni dolci e una per quelle salate, e ho avuto di che pasticciare tutto il pomeriggio!

La prima creazione è stata questa pizza foggiana (eh sì, al richiamo della terra d'origine non si può resistere!), tanto buona quanto semplice da preparare.


Ingredienti:
Pasta per il pane (leggi post)
pomodori pachino
olio evo
sale
origano
aglio

Si procede intanto con la preparazione della pasta base, secondo me per queste preparazioni non c'è bisogno di seguire delle dosi: se il lievitino è attivo, potete anche fare un po' di impasto in più, e magari congelarlo per quando non avreste molto tempo... L'unico consiglio, secondo me, è quello di non lesinare nell'uso di farina perché se la quantità di lievito è troppa rispetto alla farina, poi se ne sente il sapore. Direi che per un panetto di lievito 500 gr di farina è il minimo...
Insomma, si prende il panetto, si aggiunge acqua tiepida, farina (io uso sempre la manitoba per le preparazioni lievitate) e il sale e si impasta a lungo (che a me mi rilassa!!!). L'impasto stavolta non deve essere troppo molle, deve potersi impastare con le mani sulla spianatoia e non appiccicarsi eccessivamente alle mani. Si fa poi una palla, si incide a croce e si lascia  lievitare per almeno un'ora e comunque finché non è raddoppiata di volume. Quando la pasta è lievitata, si rimpasta velocemente ed è pronta per tutti gli usi che ne volgiamo fare!
Per la pizza, stendere uno strato di pasta di circa 1,5/2 cm una teglia antiaderente e ben oliata. Prendete dei pomodori pachino e tagliateli a metà, conditeli con olio, sale, origano e aglio tritato e distribuiteli "a faccia in giù" sull'impasto premendo leggermente. Condite tutto con un filo d'olio, altro sale e origano e far lievitare per un'altra ora.
Quando la pizza sarà cresciuta, infornatela (a forno freddo) a 200°C per 20 minuti circa (dipende dal forno!)

Secondo me questa pizza fa proprio estate!!!

giovedì 25 marzo 2010

Mini panini al sesamo

E' anche per ricette come questa che ho deciso di iniziare questo blog...
Quando voglio fare qualcosa di nuovo in cucina, la prima cosa che faccio è un giro sulla rete per vedere le varie ricette e varianti ma poi, quasi sempre, non ne prendo nota e mi ritrovo poi a mangiarmi le mani perché non posso rifarle...
Per questi panini, che devo dire sono buonissimi e morbidissimi, la ricetta base l'ho presa qui , ho poi aggiunto il sesamo e li ho cotti vuoti, per poi riempirli come dei normali mini-panini. L'anno scorso ne ho fatto quintali per l'aperitivo al bar del mio compagno ma poi, finita la bella stagione, erano passati un po' nel dimenticatoio...
La foto è proprio dell'anno scorso, è una delle mille foto che ho fatto nel corso degli anni in attesa di decidermi e creare un mio blog :)
I hope you'll enjoy it!!



Ingredienti:
550 gr. farina manitoba
250 gr. latte
50 gr. olio d'oliva
30 gr. zucchero
10 gr. sale
1 cubetto lievito di birra
1 uovo intero + un tuorlo per spennellare 
semi di sesamo

Mettete la farina in un recipiente abbastanza capiente, aggiungete l'olio, lo zucchero, il lievito sciolto nel latte tiepido e impastate a lungo fino ad ottenere un impasto liscio (con l'impastatore elettrico è il massimo, vi risparmiate un sacco di fatica e il risultato è migliore!). Aggiungere il sale e impastare un altro po', per farlo amalgamare (mi raccomando, unite il sale alla fine perché pare possa creare problemi alla lievitazione), coprite con un panno pulito e fate lievitare, in un posto lontano da correnti d'aria e preferibilmente mite, per un'ora almeno o comunque finché l'impasto non sia raddoppiato.
A questo punto, impastate di nuovo per poco tempo e formate delle palline. Cospargete la superficie con del tuorlo d'uovo e i semi di sesamo. Lasciate lievitare ancora per mezz'ora e infornate a 200°C per 10-15 minuti (sempre meglio controllare, la cottura dipende molto dal forno che si usa!!)

martedì 23 marzo 2010

Insalata ricca con bacon croccante

Dieta o non dieta: questo è il problema!
La primavera è arrivata e con essa anche la voglia di rimettersi in forma...ecco perché giorni fa, tanto per tenersi leggeri, ho deciso di cenare con un'insalatina... Peccato che poi la parte golosa di me ha preso il sopravvento e da una cena leggera che doveva essere alla fine ne è scaturita quest'insalata che non dico sia come un piatto di lasagne ma leggera leggera non è... o almeno credo...
L'accostamento di sapori è tra i miei preferiti: c'è la frutta, che trovo buonissima con il salato e c'è il bacon (quello inglese, non la pancetta), che dà quel tocco "english" che tanto mi piace.
Ovviamente libero spazio alle interpretazioni, per esempio ci starebbero benissimo le noci oppure i semi di girasole (che dicono facciano bene perché contengono diversi elementi nutritivi preziosi) e secondo me non può mancare una spruzzata di aceto balsamico che non ho messo per fare la foto per paura che rovinasse la composizione!!!


Ecco cosa ci ho messo:

Ingredienti (per 2/3 persone)
1 pianta piccola di insalata iceberg
1 mela granny smith
100 gr di emmental o simile
6 fette di bacon
10 ravanelli
sale 
olio

Si procede come per una semplice insalata (la mela potete anche metterla con la buccia, basta che sia ben lavata!). Aggiungete il formaggio tagliato a dadini. Scaldate per bene una piastra antiaderente (io uso il testo romagnolo) e fate abbrustolire il bacon sulla piastra (a me piace croccante!), non serve aggiungere olio, basta quello del bacon. Fatelo a pezzetti e aggiungete all'insalata. Condite come più vi piace e... BUONA DIETA!!!

domenica 14 marzo 2010

Curry di verdure alla thailandese

Non vi capita mai, a volte, di avere una voglia irrefrenabile di cibo esotico, speziato e appagante?
Di impronta thailandese e imparata da un amico in tutt'altra parte del mondo, questa ricetta è facilissima da preparare, sana e gustosissima! 
Per prepararla ci vogliono, in proporzioni variabili (a vostro piacere):
Ingredienti:
patate
carote
cipolle
cavolo siciliano
curry in polvere
latte di cocco (attenzione a non prendere la variante per dolci!)
sale
olio evo



Pulite e tagliate le verdure in pezzi più o meno della stessa grandezza. Portate a ebollizione abbondante acqua salata e lessare separatamente e per pochi minuti le verdure ad eccezione della cipolla. Un consiglio per risparmiare tempo: carote, patate e cavolo potete lessarli insieme (circa 6-7 minuti) ma non vi conviene unire l'ocra che ha bisogno di al massimo 3 minuti di cottura altrimenti quando si ripassa in padella si disfa completamente senza lasciare traccia!
Scolate le verdure e mettete da parte. In una padella fate scaldare un po' di olio evo e fate soffriggere per qualche minuto la cipolla. Unite tutte le verdure e fate soffriggere a fuoco non troppo alto per 10 minuti scarsi.
Aggiungete la polvere di curry e il latte di cocco (per le dosi regolatevi assaggiando, è una questione di gusti, state tranquilli però che il latte di cocco ha un sapore delicatissimo!), abbassare il fuoco, coprire e lasciar cuocere per circa 20 minuti (quando le patate sono cotte, è cotto tutto!).

Potete mangiare questo curry con quello che volete: filetto di pesce, pollo, gamberi...insomma, quello che vi va! Io qui ho cotto dei filetti di cernia nella stessa padella in cui ho preparato il curry, aggiungendo solo un filo d'olio, in modo che si insaporisse leggermente. Ho poi lessato a parte un po' di riso basmati per accompagnare...


mercoledì 10 marzo 2010

Panna cotta e sorbetto di lamponi

Non avevo mai fatto la panna cotta se non con il preparato che si compra al supermercato pensando chissà quali difficoltà nascondesse questa ricetta...bè, ho scoperto che fare la panna cotta con il metodo tradizionale è più facile (e più economico)...ma perché non me lo ha mai detto nessuno??
Quella dell'altra sera è stata una semplice rivisitazione della panna cotta tradizionale rivista in chiave cheesecake, l'aggiunta dei lamponi è stata del tutto casuale (erano in offerta!!!) ma sono proprio le cose che succedono per caso quelle che ci danno più soddisfazione, no? Ecco cosa ho combinato:

Ingredienti 
(dosi per 4 persone)
500 ml di panna fresca
250 gr di zucchero (150 per la panna, 100 per i lamponi)
3 fogli di colla di pesce (circa 5 gr)
vaniglia
4 biscotti tipo digestive
una noce di burro
lamponi surgelati 

Prima di tutto si mettono a bagno in acqua fredda i fogli di gelatina finché nn si ammorbidiscono (circa 10 minuti)
In un pentolino versate la panna, la vaniglia, lo zucchero e mettere sul fuoco (attenzione perché non bisogna portare a ebollizione). Quando si è raggiunta la temperatura giusta, togliete dal fuoco, aggiungete i fogli di gelatina strizzati e mescolate bene per farli sciogliere completamente.
Prendete i biscotti e riduceteli in briciole, aggiungete una noce di burro fuso e mescolate bene. Mettete il composto di biscotti sul fondo di 4 stampini individuali (o una grande se preferite) e compattate bene con un cucchiaino. Versate poi la panna, fino riempire gli stampini.
Per il sorbetto di lamponi ho semplicemente frullato con il minipimer i lamponi (ancora surgelati) con lo zucchero...mmm che buoni!!!
Tenete la panna cotta in frigo per almeno 3 ore e servite con il sorbetto :)